Il massaggio del cuoio capelluto per accelerare la ricrescita

Il massaggio del cuoio capelluto per accelerare la ricrescita
3.7 su 7 voti

massaggio ricrescita capelli

Il cuoio capelluto è la parte della pelle su cui si trovano i bulbi piliferi, da cui hanno origine i capelli. Come il resto della pelle, dunque, per funzionare in modo corretto deve ricevere ossigeno dal sangue: è dunque necessario curare con attenzione la circolazione del sangue, in modo che i bulbi piliferi possano svolgere la loro funzione in modo efficace. A differenza di ciò che accade in altri distretti del corpo, come le mani o i piedi, nel cuoio capelluto la circolazione non viene stimolata con il movimento: per mantenere il cuoio capelluto sano e favorire la crescita dei capelli, dunque, può essere utile massaggiare il cuoio capelluto, in modo da stimolare la microcircolazione e quindi favorire l’apporto di nutrienti nei tessuti.

Quando la circolazione nel cuoio capelluto non è adeguata, i capelli diventano spenti e possono anche cadere; anche nel caso in cui la caduta sia dettata da altri fattori, il massaggio del cuoio capelluto può favorire la ricrescita e rendere più efficaci eventuali altri rimedi utilizzati per contrastare la perdita dei capelli.

Non esiste un momento più adatto di un altro per effettuare il massaggio; esso può essere effettuato sotto la doccia, dopo aver applicato lo shampoo, prima dello shampoo nel caso in cui si voglia applicare un olio, oppure può essere effettuato quotidianamente con i capelli asciutti, ad esempio ritagliandoci qualche minuto ogni sera, prima di andare a dormire.

 

Come fare il massaggio ai capelli

Idealmente, il massaggio dovrebbe durare da 1 a 2 minuti, comprendendo tutto il cuoio capelluto. Il massaggio deve essere rilassante e confortevole: se sentite dolore, potreste avere un’infiammazione e dovreste dunque rivolgervi a un medico. Bisogna inoltre fare attenzione a non strofinare in modo troppo energico, per evitare di spezzare i capelli, ed evitare assolutamente di utilizzare le unghie in quanto potrebbero ferire il cuoio capelluto, provocando delle lesioni che potrebbero portare a infiammazioni.

Esistono moltissime tecniche per effettuare il massaggio del cuoio capelluto: la più semplice è quella del massaggio circolare, che consiste nell’eseguire dei piccoli movimenti circolari sul cuoio capelluto, spostando le mani sulle varie sezioni della testa. Un’altra possibilità è quella di massaggiare dal basso verso l’alto, facendo scorrere le dita avanti e indietro sul cuoio capelluto, partendo dalla nuca per arrivare fino alla fronte. È inoltre possibile fare un massaggio picchiettando con delicatezza il cuoio capelluto utilizzando i polpastrelli, oppure tirando con delicatezza le ciocche di capelli in modo da creare una leggera trazione. Naturalmente, queste tecniche possono anche essere combinate: ad esempio potrebbe essere possibile partire con un massaggio circolare, per poi picchiettare con delicatezza il cuoio capelluto.

Sebbene un singolo massaggio al cuoio capelluto possa risultare piacevole e rilassante, esso non sarà sufficiente a dare benefici visibili: come in tutte le tecniche, infatti, la chiave sta nella costanza. Se volete dei capelli sani e forti, dunque, prendete l’abitudine di massaggiare il cuoio capelluto ogni volta che vi lavate i capelli, o meglio ancora ogni sera. Dopo qualche settimana i vostri capelli saranno più lucidi, forti e sani, e cresceranno più in fretta ed in maggior numero.

La soluzione migliore è il giusto mix di questi 4 elementi: corretta alimentazione, vita sana, massaggio, integratori.

Potrebbero interessarti anche...