Capelli sottili e sfibrati, quali cause e come rinforzarli

Capelli sottili e sfibrati, quali cause e come rinforzarli
3.7 su 10 voti

rinforzare i capelli sottili sfibrati

 

I capelli fragili e sfibrati sono un problema frequente, specialmente nelle donne e in coloro che portano i capelli lunghi. Dopo essere usciti dal bulbo pilifero, infatti, i capelli diventano una parte “morta” del nostro corpo, esattamente come le unghie: non ricevono irrorazione sanguigna, le loro cellule non si rinnovano e dunque dipendono esclusivamente dalle nostre cure per la loro salute.

I capelli fragili si spezzano, sono opachi e spesso presentano delle doppie punte. Innanzitutto bisogna tenere presente il fatto che, se i capelli sono troppo danneggiati, a volte l’unica alternativa consiste nel tagliarli: è meglio avere capelli sani ma più corti piuttosto che capelli lunghi e danneggiati, dopotutto. In particolare, il taglio è l’unico rimedio per le doppie punte: tutti i prodotti per capelli che promettono di eliminarle si limitano infatti a incollarle temporaneamente, senza curare davvero i vostri capelli.

 

Capelli che si spezzano – motivi

Le cause più comune dei capelli secchi e fragili sono, in generale, di tipo ambientale, come ad esempio il cloro delle piscine, il sale dell’acqua marina, il sole e il vento, oppure date dai trattamenti aggressivi come tinture, decolorazioni e piastre. Anche una cattiva alimentazione può rendere i capelli deboli e sfibrati. Se i vostri capelli sono diventati fragili all’improvviso, inoltre, la cosa migliore da fare è rivolgersi a un medico: alcune malattie come l’anemia e l’ipotiroidismo, infatti, possono causare questo tipo di sintomi.

Per migliorare l’aspetto dei capelli deboli e sfibrati, innanzitutto, la cosa migliore consiste nel trattarli con gentilezza: utilizzate uno shampoo delicato, che non faccia troppa schiuma; applicate generosamente il balsamo, ma mai sul cuoio capelluto; tamponate i capelli con l’asciugamano, senza strofinarli; asciugate i capelli con il phon tiepido o meglio ancora all’aria, ed evitate l’utilizzo di piastra, arricciacapelli o bigodini. Pettinate i capelli con delicatezza, partendo dalle punte e arrivando piano piano fino alla radice, preferibilmente utilizzando un pettine in legno a denti larghi per non stressare i capelli.

Esistono inoltre alcuni trattamenti naturali che potranno aiutarvi a rendere più forte i vostri capelli; innanzitutto potrete provare un trattamento a base di olio caldo, da tenere in posa per almeno 30 minuti prima di fare lo shampoo. Gli oli più adatti sono quello di cocco, quello di oliva e quello di jojoba. Un’ottima alternativa è anche l’olio di ricino, che non può però essere utilizzato da solo ma dovrà essere utilizzato diluito al 50% con un altro olio.

Anche l’hennè può aiutare i vostri capelli a ritrovare la salute: con il nome hennè vengono generalmente indicate tre piante diverse, dalle quali si ricavano rispettivamente l’hennè rosso, quello neutro e quello nero. I più adatti per la cura dei capelli sono l’henné rosso e l’hennè neutro; il primo rende i capelli più spessi e lisci, donando anche un piacevole sottotono rosso la cui intensità dipende dal colore naturale della chioma. L’hennè neutro inspessisce i capelli senza modificarne il colore.

Infine, non dimenticate di curare la vostra alimentazione, includendo se necessario un integratore di vitamine e sali minerali; in commercio ne esistono di specifici per i capelli danneggiati o deboli come la potente alga spirulina.

 

Potrebbero interessarti anche...