7 brutte abitudini che causano capelli diradati

7 brutte abitudini che causano capelli diradati
4 su 15 voti

Non è semplice capire con certezza la causa del diradamento dei capelli perchè sono in gioco diversi: l’età e la genetica hanno sicuramente un ruolo importante, ma anche le nostre abitudini possono contribuire alla caduta e al diradamento della chioma. Vediamo quindi quali sono le cose da evitare per mantenere i propri capelli folti e in salute.

 

7 cose da evitare se hai capelli sottili e diradati

 

Portare i capelli sciolti nelle giornate di vento

a tutti piacciono i capelli sciolti, ma ci sono molti fattori che possono contribuire a rovinarli. Il vento, ad esempio, può contribuire a creare nodi nei capelli, e quando proveremo a districarli li spezzeremo o li tireremo inavvertitamente. Quando c’è molto vento, quindi, è opportuno raccogliere i capelli oppure utilizzare un cappello.

 

Esporre troppo i capelli al sole

i raggi UV non fanno male solo alla pelle, ma anche i capelli. Avete mai notato come alla fine dell’estate i vostri capelli sembrino più chiari? Ecco, quello è un chiaro segno di danneggiamento. Durante l’estate, quindi, curate i vostri capelli come curate la vostra pelle: indossate un cappello o una bandana nelle ore più calde, e utilizzate prodotti specifici con protezione UV se pensate di passare la giornata al sole.

 

Lavare troppo spesso i capelli

la maggior parte della gente lava i capelli più di quanto dovrebbe. A tutti piace avere i capelli puliti, ma per la maggior parte delle persone non è necessario lavali ogni giorno. Pensate ai vostri capelli come a un capo d’abbigliamento in seta: bisogna evitare di lavarli troppo, e utilizzare sempre prodotti delicati. Se non potete fare a meno di lavare i capelli ogni giorno, assicuratevi di utilizzare uno shampoo delicato.

 

Spazzolare o pettinare troppo i capelli

le nostre nonne raccomandavano cento colpi di spazzola prima di andare a dormire, è vero; però non lavavano i capelli spesso quanto noi e non li tingevano, quindi i colpi di spazzola servivano anche a ridistribuire il naturale sebo dei capelli e a renderli puliti e luminosi. Se avete capelli già fragili o danneggiati, dovete evitare di spazzolarli o pettinarli troppo spesso (specialmente se sono ricci!). Inoltre, non spazzolate i capelli bagnati, che sono più fragili. Sciogliete i nodi con le dita, partendo dalle punte e proseguendo verso le radici nel modo più delicato possibile.

 

Utilizzare il phon o la piastra

il calore è uno dei principali nemici dei capelli sani. Quando possibile fate asciugare i capelli all’aria, ed evitate di usare il phon al massimo del calore. Se proprio volete fare la piastra, lasciate prima asciugare i capelli all’aria e utilizzate un siero protettivo. Evitate assolutamente la piastra sui capelli umidi, e fate attenzione a non tirare o spezzare i capelli durante il processo.

 

Portare code o raccolti troppo stretti

uno dei problemi più frequenti in chi porta spesso la coda stretta è la cosiddetta alopecia da trazione, che si verifica quando i capelli vengono tirati in una direzione per molto tempo. Ad esempio, chi porta una coda alta e stretta potrebbe iniziare a perdere i capelli sulla fronte, vicino all’attaccatura. Evitate quindi le acconciature troppo strette, preferendo trecce o raccolti più morbidi.

 

Effettuare troppi trattamenti chimici

tinture, permanenti e decolorazioni danneggiano in modo irreversibile il capello, rendendolo più fragile e soggetto a rottura e a cadute. Scegliete delle tinte il più possibile vicine al vostro colore naturale in modo da evitare una decolorazione eccessiva, evitate di ripetere più volte la tinta sulle lunghezze e soprattutto non combinate mai le tinture con altri trattamenti come la permanente o la lisciatura chimica.

 

Potrebbero interessarti anche...